Tag

foto di Como

Tutti noi conosciamo la città di Como, meta turistica apprezzata anche all’estero ma, come tutti i luoghi, è ricca di curiosità nascoste (talvolta misteriose) di cui pochi sono a conoscenza. Allacciate le cinture  per partire insieme a me alla scoperta delle più nascoste peculiarità riguardanti questo luogo così suggestivo

FIUMELATTE ED IL SUO FIUME BIZZARRO

In caso ve lo stiate chiedendo… No, nessun allevatore ha rovesciato alcun secchio di latte in questo fiume. Il paese citato nel titolo non è solamente un luogo affascinante sulle sponde del nostro lago, è infatti sede di un corso d’acqua molto particolare che non scorre tutto l’anno. Per poterlo ammirare è infatti necessario recarsi presso Fiumelatte tra il 25 marzo ed il 7 ottobre; ovviamente la sua portata, a seconda della quantità di pioggia caduta nel periodo precedente la vostra visita, sarà più o meno consistente. I colori bianco latte dell’acqua che vi scorre vi lasceranno meravigliati: appena avvistata la ricondurrete sicuramente alla bevanda tanto apprezzata al momento della colazione.

CIAK, SI GIRA!

Nei pressi di Como si trova la meravigliosa villa del Balbianello che, negli anni passati, ha fatto da sfondo ad un episodio di Star Wars. Qui è stato infatti girato parzialmente “l’attacco dei cloni”, in particolare per quanto riguarda il matrimonio tra Anakin Skywalker e Padmé Amidala, immersi in un contesto dall’atmosfera tipicamente romantica. Tengo a sottolineare il fatto che la visita a questa villa è consigliata anche a coloro i quali non amano o non conoscono il film, in quanto la sua storia è molto interessante e ricca di sorprese. All’interno vi sono infatti moltissimi passaggi segreti, molti davvero introvabili. Oltre a tutto ciò è costituita da un parco molto curato, ricco di profumi e colori che aggiungeranno un tocco in più alla vista già mozzafiato del lago.(Insomma… Consigliato da una visitatrice altamente soddisfatta).

PROSSIMA FERMATA? IL FORTE MEGLIO CONSERVATO D’EUROPA .

Ed eccoci giunti “in quel di Colico”, dove è possibile trovare una concreta traccia della seconda guerra mondiale: Forte Montecchio nord. Si tratta di un luogo molto suggestivo, nel quale è possibile addentrarsi in camminamenti sotterranei e stanze un tempo abitate da militari. Sicuramente interessante è la visita al cannone (perfettamente conservato) di cui potrete conoscere il funzionamento grazie ad una concreta dimostrazione da parte di una guida.

ED ORA, UN PO’ DI STORIA

Como, oltre che per la seta, è anche conosciuta come la città dei Maestri Comacini. Si tratta di corporazioni di muratori che costruivano meravigliosi edifici oggi definiti “romanici”.Tali maestri, di cui abbiamo notizie storiche sin dal I sec. DC, erano eredi della tradizione edíficatoria dei Romani e ne diffusero l’arte muratoria in tutta Europa. Tra le migliori opere di questi veri e propri artisti sono da ricordare: la decorazione esterna della basilica di Sant’Abbondio ed il coro della chiesa di San Fedele , ornato da figure zoomorfe, mostri e grifoni. Secondo fonti poco certe pare inoltre che dai Maestri Comacini abbia avuto origine la Massoneria. Voi che ne pensate?

“CHI DORME NON PIGLIA LARRIE”

Ed eccoci giunti all’ultima curiosità di questo articolo, nonchè la mia preferita. Sicuramente interesserà particolarmente gli amanti del mistero. Avete presente il mostro lacustre più famoso al mondo: Nessie? Ecco, per osservare una creatura simile non siete costretti a prendere l’aereo. Il lago di Como sembrerebbe infatti ospitare Larrie, il cui primo avvistamento risale al 1946. Nel corso dei decenni, in base a diverse fonti, la descrizione della suddetta creatura non è mai rimasta la stessa, soprattutto in termini di lunghezza. Con il passare degli anni, a partire dalle descrizioni dei fortunati testimoni, in molti si sono convinti che nel lago nuoti un discendente del Lariosaurus Balsami, un rettile vissuto nelle acque del lago oltre 200 milioni di anni fa, di cui il Museo di Storia Naturale (distrutto in un bombardamento del 1943) conservava il fossile di un esemplare lungo 1 metro e 30 centimetri. Ovviamente per gli amanti del mistero Larrie rimarrà sempre una creatura dalla provenienza ignota che, imperterrita, continuerà ad aggirarsi nel lago di Como in attesa di farsi avvistare. Cosa pensate di queste curiosità? Ne eravate già a conoscenza? Lasciate dei commenti e non dimenticate di visitare il nostro blog ogni volta che volete per rimanere sempre aggiornati riguardo i prossimi articoli!

Martina Tranquillo 4LA