Potrà sembrare assurdo ma è tristemente vero. Dei ragazzini di passaggio hanno dovuto vedere una terribile scena con i loro giovani occhi.

Era un pomeriggio come un altro per Gianluca e Marco, quando all’improvviso lo hanno avvistato… “Sembrava un uomo come tanti altri, non me lo sarei mai aspettato” sono queste le parole del povero tredicenne che di ritorno da una partita di calcio al parchetto con l’amico, si è accorto  di questa strana persona.

Hanno visto  un uomo con una felpa rossa e dei jeans mal ridotti, ma con un atteggiamento particolare, a dir poco inquietante. Se ne stava seduto con il giornale tra le mani quando tutto d’un tratto  ha iniziato  a ridere rumorosamente, “una risata da film horror” testimonia Marco. Ma il problema non era soltanto la risata, ogni tanto commentava con far divertito e felice, articoli di incidenti, disastri, uragani che dimezzano popolazioni, omicidi e attentati terroristici.

I ragazzi impauriti da questa presenza hanno  chiamato quasi immediatamente le forze dell’ordine che lo hanno  arrestato all’istante.

Ora è fortunatamente ricoverato in una clinica psichiatrica il trentottenne di nome Luciano, da ora in poi conosciuto come “Lucifero”.

Leggere notizie sgradevoli lo attirava…. lo faceva stare bene, si interessava solo ad avvenimenti tragici e brutali… un vero e proprio SADICO .

In caso il pazzoide venisse  rimesso in libertà, i genitori dei poveri testimoni sono pronti a ricorrere a una denuncia per “danno morale verso minori” visto che i due, appena leggono un articolo di cronaca nera, iniziano a sentire quella risata e   a vedere il suo sguardo terribilmente contento.

Ebbene sì ormai una madre e un padre non possono più neanche far andare a giocare al parco i propri figli senza preoccuparsi…

 

Il SADICO è il lettore comune , l’anonimo della porta accanto , della panchina nel parco, che gusta le disgrazie riportate  sul giornale come se fossero un gelato ….

 

Alice Armando

Classe III Liceo Musicale

Annunci