Tag

, ,

L’Europa è il nostro continente e scolasticamente viene considerato come quell’insieme di nazioni che hanno le civiltà più antiche ed una storia importante. Dopo la Seconda Guerra Mondiale nasce il concetto di Unione Europea e cioè un insieme di Stati, governi e popolazioni che collaborano tra di loro realizzando regole comuni ed accordi politico-economici allo scopo di garantire la pace, la sensibilità sociale e il benessere comune.

Nei giorni nostri la parola Europa è al centro di discussioni e talora vere e proprie discordie relativamente ai valori che essa esprime. L’Europa è diventata quell’entità animata che secondo alcuni, quelli favorevoli, garantisce davvero il benessere comune, sociale ed economico, per altri è solo espressione tentacolare di poteri forti che vogliono controllare con regole stringenti la vita di tutti i cittadini. Ad avvalorare le tesi dei primi è l’indiscutibile capacità di rendere possibili scambi culturali, economici, commerciali, tecnologici i quali sicuramente accelerano e facilitano i fenomeni di integrazione fra popoli e il progresso dei vari Stati.

Si parla, però, di UE a diverse velocità dove ci sono stati, più potenti che vengono favoriti maggiormente  dalle scelte del Parlamento Europeo, altri Stati più deboli soffrono per le  politiche economiche restrittive e sembrano non godere dei benefici dell’Eu in modo equo .

Sono queste le principali argomentazioni degli antieuropisti che, di fronte a queste disuguaglianze, preferisco il ritorno a singoli Stati sovrani che agiscono secondo il proprio interesse.

Tali considerazioni, pur generali, hanno determinato probabilmente il famoso fenomeno della Brexit, cioè dell’uscita della Gran Bretagna dall’ UE con risvolti economico-politici poco chiari e controversi.

Nell’ambito delle problematiche connesse alla dimensione europea, in questi giorni stiamo assistendo ad una vera e propria anomalia: la crisi tra Spagna e Catalogna. Quest’ultima è decisa a dichiarare l’indipendenza dal suo territorio, pur volendo restare nell’ UE. La Catalogna è una delle regioni spagnole più ricche e fiorenti grazie al suo turismo e alle sue industrie e ,per tale motivo è quella maggiormente pressata dalle tasse senza godere di agevolazioni come altre regioni , proprio a causa di ciò richiede l’indipendenza dalla Spagna per diventare uno Stato in grado di autosostenersi.

D’altra parte, l’EU dovrebbe portare ad un maggiore livello di libertà, di uguaglianza e di  solidarietà, ma proprio quest’ultima viene disattesa quando, ad esempio, l’Italia viene lasciata sola ad affrontare il grande problema dell’immigrazione dal Sud del mondo.E’ evidente che l’EU rappresenta una grossa opportunità per consolidare la democrazia in senso globale mantenendo  la pace.

E’ un’occasione di progresso globale della civiltà, ma ci si rende conto che siamo ancora agli inizi e non si è ancora formata una vera e propria coscienza europea. Non credo sia un limite linguistico o culturale, ma solo una mentalità che spesso si fonda su egoismi nazionali. E’ giusto il rispetto di tutte le individualità, ma ricordiamoci che l’unione fa’ la forza.

F. Musolino IV M

Annunci