I.

Spontaneo sorge il dubbio per la morte

di una musa a chi, corrotto l’occhio, non

la può scorgere più, per ignoranza

di gusto comune, e ne denuncia la scomparsa

invano la cerca, la dimentica e

osanna il trionfo di fantocci più

volgari, venerati letterati

di best-seller idioti, grandi poeti

da lettiera; pubblicità senza idea

della banalità scontata in offerta

al reparto “cultura due” del Carrefour,

che con la vendita smodata di ogni

vuota canzone stonata a Sanremo

fa crescere a questo Bel paese il PIL

 

II.

La poesia non è morta con la fine

delle ideologie, ha percorso altre vie

ribolle silente sotto i vulcani

è il magma enigmatico che brucia la

cute alla Terra che ride della sua

consapevole distruzione e ancora

fa di quei brandelli rotti combusti

cenere dei futuri ormai prossimi

parallela terra, fertile luogo

astratto e neutrale, esclusiva riva

cui approdano quegli oppressi frustrati

che sono i poeti cacciati dai robot

-nel loro esilio onirico aspettano il

ritorno del gusto critico del pubblico-

 

III.

Non sono pochi a scrivere ma sono

esclusivi i termini ed incompresi

lasciano schizzi di versi di tele

di marmi bianchi incise lettere

per un loro bisogno naturale

di graffiare il reale con lingue

che tagliano la vena teatrale

delle farse quotidiane e restano

poeticamente liberi da guerre

mediatiche, intoccabili da bombe

atomiche nei castelli di carta

dei destini generali li vedrai

cantare il solletico della rovina

senza vittorie, in tasca la verità

 

IV.

Sono stati forse sconfitti, i poeti?

Chi li ha messi a tacere?

La censura della massa materiale?

Il limite dei caratteri nei tweet?

L’ovvietà della canzone popolare?

I poeti sono la polvere che

lentamente ricopre la credenza

tarlata dal germe del superficiale

controluce li scorgi e non ti accorgi

scegliendo d’ignorarli si fanno man

mano più grandi, stratificandosi

dando vita a mondi che tu nemmeno

immagini e li ripudi perché in fondo

nel loro malessere stanno meglio di te

 

 

Marina Boselli  VM

Annunci