Stavo tra i vapori violetti di

polveri di quarzi lividi

simili a spigoli dei miei pensieri

pieni

 

vuoti

i tuoi pensieri protesi al niente

scoscesi tornanti adamantini

pregiati ma smussati ed infantili

 

cento volte li hai percorsi

e mille ancora lo farai

di ritornare sui tuoi passi

taciti tra quei finti sassi

 

se solo non fuggissi

la mia immagine

ti sarebbe molto più facile

vivere fuori di queste pagine

 

che ormai esisti solo qui

e non hai nome

astro immemore

divino delle ruggini

 

 

Marina Boselli V M

Annunci