O carbonara,

Che bel sogno quando ti si prepara.

Senza te non posso stare;

Sarebbe come non respirare.

Alla tua vista la mia anima si rischiara,

Non regge il confronto neanche quella alla marinara

La tua squisita fragranza

È come una splendida danza.

Il delicato sapore della panna

È dolce come una ninnananna

Il deciso sapore della pancetta

È come una manna benedetta

Io che di piatti ne ho fatti in abbondanza

Rivolgo un’ ode a te

Più saporita di ogni altra pietanza!

Alessandra Tettamanti, classe IIOB