Il giorno 30 Gennaio, come ormai d’abitudine, nell’aula magna del Liceo T. Ciceri, si è tenuto un incontro musicale aperto a tutti, al quale hanno partecipato parte dei ragazzi e delle ragazze della sezione musicale. La maggior parte del pubblico era costituita da noi ragazzi del Liceo Musicale che approfittiamo di questi momenti come esercitazione per il nostro orecchio che sente il bisogno di essere allenato continuamente.

Ovviamente i professori erano presenti per sostenere i piccoli musicisti e per osservare la nostra progressione sia in ambito personale, ovvero la timidezza nel suonare davanti a un pubblico, sia la maturazione di un brano provato e riprovato continuamente. L’obiettivo infatti non è solo quello di un’esecuzione accettabile, ma si punta al meglio, proprio perché quello che stiamo frequentando è un Liceo Musicale e qui l’accontentarsi non esiste, nè per i professori nè per noi alunni.

Durante questi incontri si genera un clima di tensione o di sicurezza in base al musicista e, quando le cose vanno bene, è una carezza per l’anima di chi ascolta i compagni, i figli, gli alunni, gli amici suonare con una passione che, si sa, è profonda.

Il repertorio portato dagli alunni è stato molto vario, da un gruppo di violoncellisti a un’esecuzione al pianoforte a 4 mani, da Tchaikovskji a Benedetto Marcello, insomma melodie di epoche diverse: è sempre un piacere sentire i propri compagni prima di un’esibizione, agitati come non mai e dopo, quando tutto è passato, è il momento dell’allegria. Perchè è questo il compito della musica: sa farci stare bene.. e noi, suonando per il pubblico, vorremmo trasmettere quella gioia che non è comune a tutti di questi tempi.

Asha Fusi, classe 1M