Dagli amici di Menaggio riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Gli ignavi rincorrono uno stendardo

Gli ignavi rincorrono uno stendardo

Nel III canto della Commedia Dante definisce le anime degli ignavi come quelle di peccatori “che mai non fur vivi”, esprimendo il disprezzo che provava verso coloro che mai nella vita osarono avere un’idea propria, ma che sempre si limitarono ad adeguarsi a quelle degli altri.

Anche nella società moderna possiamo riconoscere persone che pensano sia più semplice “lavarsi le mani” piuttosto che prendere una posizione.

Io però credo che non sia giusto rifiutarsi di scegliere da che parte stare, dal momento che ognuno di noi si fa un’idea su qualunque tema ci venga proposto.

La vita di ogni uomo è sempre segnata dalle sue scelte e non ha senso “stare nel mezzo” o, come si suol dire, “dare un colpo al cerchio e uno alla botte”.

Ad esempio, penso sia del tutto sbagliato, viste anche le molteplici possibilità di informazione che abbiamo, non avere un ideale politico e, come molti fanno, non presentarsi ai seggi elettorali, salvo poi lamentarsi della vittoria di un partito sull’altro.

Ciò vale anche in ambito religioso: in materia di fede, si hanno spesso le idee confuse, professando un Credo inculcato in tenera età e portandolo avanti per non contrariare le idee religiose della propria famiglia.

Quante volte poi sul posto di lavoro succede che il dipendente abbia un’idea organizzativa diversa da quella del superiore, che però subisce per paura di essere declassato o addirittura licenziato?

Persino a scuola capita spesso di trovare alunni che non esprimono il proprio parere per timore del giudizio degli insegnanti.

Io ritengo sia necessario avere il coraggio e la fermezza di prendere decisioni, anche se questo può comportare grossi sacrifici, per non trascorrere l’esistenza sopraffatti dalle scelte degli altri, con il risultato di mescolare il sangue alle lacrime quando le circostanze della vita ci costringono a fare i conti con la nostra viltà.

Giulia Broggi classe III M Liceo Scientifico “Ezio Vanoni” di Menaggio