E’ la notte di Natale del 1914 e nella terra di nessuno, a Ypres, sul fronte occidentale, l’esercito inglese e quello tedesco iniziano ad intonare canti di pace. Sulle note di Stille Nacht, i soldati dell’uno e dell’altro schieramento escono dalla trincea per scambiarsi auguri e regali. Tra un bicchierino di brandy e una barretta di cioccolato, si firma la tregua, suggellata all’alba da una partita di calcio tra le truppe del reggimento Scottish seaforth highlanders e quelle del Reggimento sassone.

E’ il miracolo del Natale, che trasforma, anche se per un solo giorno, un campo di guerra  in un’oasi di fratellanza. E’ un miracolo a cui vogliamo credere ancora: ecco perché affidiamo gli auguri della vispa Teresa a questa storia e a una vecchia canzone di Mike Harding, Christmas 1914, che la rievoca:

Le stelle luccicavano, luccicavano luminose,
e in tutto il fronte occidentale le pistole rimasero in silenzio
(…) Nessuno sparo osò disturbare la notte.

Buon Natale a tutti voi!